De strata francigena novissima
Le ultimissime della via Francigena
Newsletter del Centro Studi Romei di Firenze
Anno V n.3 Nuova Serie - Dicembre 2009
Direttore responsabile Fabrizio Vanni

Sommario

Editoriale. Lettera ai re Magi.

Escono gli atti del convegno di ottobre sulla via Francigena in Valdelsa.
Dopo un mese e mezzo dalla celebrazione. E con molte novità grazie ai validi interventi scientifici.

Strenne natalizie francigene.

Un regalo e un augurio per il 2010.
Un saggio di riflessione sul marketing delle tipicità agroalimentari lungo la via Francigena e l'augurio che si realizzi dal prossimo anno.


Editoriale.

Perché il clima natalizio non mi renda troppo buono, pubblico qui di seguito la lettera ai Re Magi, nostri antesignani e protettori del pellegrinaggio, che avrei voluto mandare - ovviamente fuori gara - al concorso di Civita.
In realtà, dopo averla scritta, mi sono accorto che era fuori tema, perché il concorso di Civita chiedeva si parlasse della Tuscia laziale.

Spett.le Duomo di Köln
Urna sepolcrale dei re Magi

Cari re Magi,
chi vi scrive si occupa dal 1993 di vie di pellegrinaggio del medioevo, le studia e ne auspica il recupero.
Voi, che vi siete mossi dalla lontana Babilonia, guidati da una sola stella, mi potete spiegare perché qui da noi in Toscana è la terza volta che vengono banditi appalti per la segnaletica della via Francigena? Con un costo finale pari a quello che avrebbero sostenuto se le avessero fatte scolpire a mano su steli megalitiche in alfabeto runico?
Voi, che avete chiesto informazioni sul Bambinello a quel serpente di Erode, mi spiegate come un pellegrino francigeno può dar credito alle pubblicazioni di improvvisati esperti, specie se architetti?
Voi, che sicuramente potete contare costà su un ottimo servizio informazioni riservate, mi fate sapere in via breve che fine hanno fatto tutti gli investimenti pubblici in vista del Grande Giubileo del 2000 (tutti elencati in uno o più Supplementi della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana) per il restauro di strutture di accoglienza per i pellegrini, se in Toscana ci sono appena tre ostelli francigeni e un quarto in costruzione?
In cambio, vi posso dire che fine hanno fatto i Vostri doni al Bambinello: la mirra se la sono fumata il bue e l'asinello, l’incenso è servito alla Madonna per profumare la biancheria e l’oro se lo sono spartito i molti pastori di passaggio, pieni di ossequio e con le mani lunghe. Né più né meno come adesso.
Cordialmente Vostro,

Fabrizio Vanni.

Segretario scientifico del Centro Studi Romei

..............................................................................................
A tutti gli amici e a coloro che si adoperano per la valorizzazione culturale della via Francigena e delle strade storiche
giungano i migliori auguri di serene festività e felice 2010
da parte dei collaboratori del Centro Studi Romei.



.

Escono gli atti del convegno di ottobre sulla via Francigena in Valdelsa.
Dopo un mese e mezzo dalla celebrazione. E con molte novità grazie ai validi interventi scientifici.


Dopo poco più di un mese dalla celebrazione del Convegno, escono gli atti de "La via Francigena in Valdelsa. Storia, percorsi e cultura di una strada medievale".
Si tratta di quasi trecento pagine che raccolgono i quindici interventi del Convegno tenutosi a Colle Valdelsa, Sant'Appiano di Barberino Valdelsa e Certaldo.
Lo sforzo non indifferente di realizzare un'operazione complessa come questa deriva dalla necessità di far uscrire la rivista "De Strata Francigena", che li ospita, entro il 2009.
Un sincero ringraziamento va ai Comuni valdelsani che hanno promosso il Convegno, ma anche ai relatori che si sono impegnati a consegnare l'intervento durante il Convegno stesso...
Gli Atti contengono interventi di Renato Stopani, Donatella Ciampoli, Luciana Cambi-Schmitter, Riccardo Chellini, Fabrizio Vanni, Federico Cantini, Marie-Ange Causarano, Giorgio Massola, Angelina Magnotta, Gianni Bergamaschi, Giovanni Cencetti, Francesca Allegri, Massimo Tosi, Divo Savelli e Pierfrancesco Amati.


Strenne natalizie francigene.


Oltre al fascicolo doppio 2009 della nostra rivista "De Strata Francigena", destinato agli studiosi e agli esperti di medievistica, sono in libreria volumetti più leggeri e accessibili anche ai semplici curiosi e pellegrini romei.
Francesca Allegri ha pubblicato 171 leggende che hanno per sfondo le località della strada francigena.
Titolo del volume: "Storie, misteri e leggende lungo la via Francigena
Edizioni Le Lettere Firenze.
Fabrizio Vanni ha pubblicato una serie di riflessioni sul cibo del medioevo e sulla distanza tra il gusto dei nostri antenati e il nostro.
La seconda parte è dedicata a una ricognizione dei piatti e della tipicità alimentari che si incontrano dal Gran San Bernardo ai porti di Puglia e che ancora conservano eco di probabili origini medievali.
Titolo del volume: "Antichi "mangiari" lungo la via Francigena
Edito da Le Lettere di Firenze.


Un regalo e un augurio per il 2010.
Un saggio di riflessione sul marketing delle tipicità agroalimentari lungo la via Francigena e l'augurio che si realizzi dal prossimo anno.

Qui in allegato potete trovare un saggio di marketing delle tipicità agroalimentari applicato al recupero della via Francigena in chiave post-moderna.
I tempi sembrano essere maturi per occuparci anche di riempire di contenuti culturali il recupero del tracciato francigeno.
E' il regalo del Centro Studi Romei per queste feste e per l'anno nuovo.
Con l'augurio che i destinatari, tra cui molte associazioni di categoria, colgano ispirazione per intervenire direttamente, anche in vista dell'Expo 2015.


Legge 675/96. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali.
Questa Newsletter viene inviata a più di 8000 referenti che hanno già ricevuto i numeri precedenti o sono stati contattati individualmente o hanno scritto al Centro Studi Romei o sono reperibili su internet.
I dati personali dei destinatari si limitano, salvo eccezioni fornite dagli stessi o tratte da pubblici elenchi, alla stringa di informazioni visibili dal solo destinatario che precede l'indirizzo mail, stringa che può essere modificata o migliorata su richiesta degli stessi interessati.
Il trattamento dati è ai sensi di legge (responsabile Fabrizio Vanni, giornalista).
Le vostre mail non verranno in alcun caso cedute a terzi, ma potrete ricevere altre tipologie di messaggi per le diverse attività del giornalista che gestisce il database.
Per essere cancellati definitivamente dall'indirizzario è sufficiente inviare una mail con scritto CANCELLA all'indirizzo postmaster@centrostudiromei.eu
La cancellazione dal database è definitiva.


www.centrostudiromei.eu